Saggistica

Ambiente in Europa

Economia verde: Italia-Germania è sempre 4 a 3?

condividi:
in collaborazione con:
uscita: marzo 2014
numero pagine: 208
ISBN: 9788866271116
formato: 15 x 23 cm
stato: disponibile
22,00 euro
per questo libro scopri l'offerta:
contenuti

Ambiente in Europa è diviso in due parti. Nella prima vengono individuate le ragioni storiche e culturali che hanno portato alla (quasi) totale sparizione dei Verdi dal panorama politico italiano, in un momento in cui in Europa le formazioni ecologiste riescono spesso a raggiungere percentuali elettorali a doppia cifra. La seconda parte si concentra sulla conversione ecologica dell’economia italiana, un processo che sta avvenendo nonostante l’indifferenza (o peggio, l’ostilità) della politica. Il nostro paese ha infatti “un’economia che consuma meno risorse, meno energia, e ha meno emissioni di CO2” rispetto alla Germania, tradizionalmente considerata il campione delle politiche ambientali. Tuttavia, l’Italia centra questo risultato sorprendente in modo quasi inconsapevole, prigioniera com’è di una classe politica che in larghissima parte è rimasta culturalmente ferma a metà del Novecento. Ambiente in Europa analizza questa situazione dando spazio al pensiero di alcuni tra i protagonisti della cultura e della politica ambientale (Vittorio Cogliati Dezza, Daniel Cohn-Bendit, Roberto Della Seta, Francesco Ferrante, Monica Frassoni, Ermete Realacci, Edo Ronchi, Francesco Rutelli) insieme al punto di vista di intellettuali e osservatori autorevoli come Mauro Ceruti, Edgar Morin, Nando Pagnoncelli e Giovanni Valentini.

sommario

Prefazione

Prima parte

Ecologia e politica: perché in Italia i verdi non hanno avuto successo

1. Ecologia e politica: perché in italia no?

Roberto Della Seta

2. Continuate a frenare, che bisogna avanzare!

Dany Cohn-Bendit

3. Perché siamo ancora minoranza?

Vittorio Cogliati Dezza

4. Verdi d’europa alla prova della crisi

Monica Frassoni

5. La sensibilità ambientale in italia: opinione pubblica e scelte elettorali

Nando Pagnoncelli e Aldo Cristadoro

6. Quale altra strada oltre i verdi

Ermete Realacci

7. Perché le idee e le azioni degli ambientalisti hanno una ridotta incidenza

Edo Ronchi

8. La via stretta di un riformismo verde

Francesco Rutelli

9. Verdi di rabbia o verdi di passione

Giovanni Valentini

10. Ripensare l’europa. Un laboratorio per una nuova ecologia politica globale

Mauro Ceruti ed Edgar Morin

11. I verdi in italia: un destino segnato?

Roberto Biorcio

12. No a un partitino verde: il “green new deal” chiede innovazione anche agli ecologisti

Rossella Muroni

Parte seconda

Quando Italia-germania non finisce 4-3

13. La conversione ecologica (inconsapevole) dell’Italia e la “verde” Germania

Duccio Bianchi

14. L’industria italiana tra preistoria e innovazione

Stefano Ciafani

15. L’industria siderurgica europea al bivio

Reinhard Bütikofer

16. Cos’è l’“energiewende” tedesca?

Alex Sorokin

17. Cronistoria di (quasi) trent’anni di conservazione e di mancanza di strategie energetiche

Francesco Ferrante

sfoglia alcune pagine

Seguici su:
FaceBook Twitter Youtube Googleplus