Saggistica

Ecomafia 2017

Le storie e i numeri della criminalità ambientale

a cura di Legambiente
condividi:
in collaborazione con:
uscita: giugno 2017
numero pagine: 168
ISBN: 9788866272151
formato: 15x23
stato: disponibile
22,00 euro
contenuti
Diminuiscono in modo sensibile gli illeciti ambientali e si riduce il fatturato delle attività elle ecomafie: dopo più di vent’anni, nel 2016 si è finalmente cominciato a intravedere la luce in fondo al tunnel. Le risposte dello Stato e della società civile hanno iniziato a dare i primi frutti, grazie soprattutto all’inserimento dei delitti ambientali nel Codice penale, con un apparato normativo finalmente all’altezza della sfida.

Questa, in estrema sintesi, la fotografia dell’Italia scattata dall’edizione 2017 di Ecomafia. Eppure, nonostante i successi, molta strada rimane ancora da fare: dal cemento abusivo che devasta i territori e fa scempio della biodiversità, ai rifiuti che vengono spesso gestiti da associazioni criminali, dalle truffe sull’agroalimentare ai crimini a danno degli animali, fino al dilagare della corruzione nei meccanismi della Pubblica amministrazione, gli ecomafiosi sono sempre abilissimi a trovare nuove occasioni per arricchirsi a spese della collettività. Tuttavia, il calo nel numero di illeciti e l’aumento degli arresti e delle denunce raccontano meglio di ogni altro dato il netto cambio di passo del nostro paese nel contrasto ai ladri di futuro.

sommario
Presentazione
Rossella Muroni, presidente nazionale Legambiente

Premessa

L’illegalità ambientale

Ecogiustizia è fatta: il bilancio dei primi due anni dell’applicazione della legge sugli ecoreati

L’assalto alle aree protette

Il ruolo della corruzione nello sfregio del territorio

Gli affari dei clan nel saccheggio ambientale

I trafficanti di rifiuti

Shopper illegali

L’italia abusiva

Il business degli animali da reddito

L’archeomafia

Bibliografia

Ringraziamenti

sfoglia alcune pagine

Seguici su:
FaceBook Twitter Youtube Googleplus