VerdeNero inchieste

Carte false

L'assassinio di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin. Quindici anni senza verità

introduzione di Minà Gianni
condividi:
in collaborazione con:
uscita: maggio 2009
numero pagine: 192
ISBN: 9788896238059
formato: 13,2 x 18,5 cm
stato: disponibile
14,00 euro
contenuti
«Sì, la gente ne parla», aveva risposto il sultano, «ho sentito dire che sono state trovate cisterne in mare, e che in qualche posto, durante la costruzione della strada, era stato insabbiato del materiale tossico». Poi era stato lui a guardarla dritto negli occhi. E cambiando tono aveva scandito le ultime parole dell’intervista. «Stia attenta, signorina. Da noi, chi ha parlato del trasporto di armi, chi ha detto di aver visto qualcosa, poi è scomparso. In un modo o nell’altro, è morto.»

 

Somalia, 20 marzo 1994: Ilaria Alpi, giornalista del Tg3 Rai, e il suo operatore Miran Hrovatin vengono uccisi da un commando in una via di Mogadiscio quando stanno per fare ritorno in Italia. Nei giorni precedenti hanno lavorato in uno scenario intricato e pericoloso, in cui agiscono politici somali e italiani, militari e funzionari dell’Onu, servizi segreti e imprese che costruiscono strade, contrabbandieri d’armi e trafficanti di rifiuti tossici. I documenti e i filmati realizzati da Ilaria e Miran arrivano in Italia solo in parte. Per fare luce sulle cause e sui modi della loro morte non sono bastati quindici anni di processi e le indagini due Commissioni parlamentari. Che cosa avevano scoperto i due giornalisti?

L’omicidio dei due giornalisti della televisione italiana, avvenuto quindici anni fa in Somalia, è ancora oggi uno dei grandi misteri nazionali. Nel paese africano, in quegli anni, agli interessi locali si mescolano gli affari internazionali, non solo politici ma soprattutto economici. La guerra tra fazioni, che i militari dell’Onu (tra cui gli italiani) a stento controllano, richiede denaro e armi. La cooperazione internazionale, di cui le aziende italiane sono parte importante, diventa terreno propizio per i traffici illeciti, come quello dei rifiuti tossici esportati dall’Italia e sepolti in Africa.

Ma le circostanze della tragedia sono solo l’inizio di un lungo percorso nel quale gli sforzi per svelare i nomi dei mandanti e degli esecutori dell’omicidio delineano a poco a poco un intreccio di politica, economia, istituzioni, poteri pubblici e privati che cercano di nascondere le ragioni vere del delitto.

Le parole dei testimoni e la loro interpretazione nelle indagini della magistratura e del Parlamento, le ammissioni e le omissioni, le mezze verità e le bugie palesi: un’inchiesta a più voci che è il testardo tentativo di continuare a cercare la verità dei fatti, per ricordare Ilaria Alpi applicando al lavoro del giornalista l’etica che la distingueva.

 

 

In queste pagine sono riuniti i contributi di giornalisti che negli ultimi quindici anni si sono occupati a fondo delle inchieste sull’omicidio di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin. Il lavoro di indagine di Francesco Cavalli, Alessandro Rocca, Luciano Scalettari e l’analisi di Mariangela Gritta Grainer sono coordinati dal racconto di Roberto Scardova, vicecaporedattore e inviato del Tg3, cui si aggiunge la documentazione dell’impegno civile di Luciana e Giorgio Alpi, genitori di Ilaria, in un’intervista di Barbara Bastianelli e Francesco Cavalli.

Il libro nasce dall’attività realizzata intorno al Premio giornalistico televisivo Ilaria Alpi, nato nel 1995 per diffondere l’impegno e il senso etico che hanno caratterizzato il lavoro della giornalista. Il concorso, promosso dalla Regione Emilia Romagna, dalla Provincia di Rimini e dal Comune di Riccione per riconoscere e accreditare l'impegno per l'inchiesta giornalistica televisiva sui temi della pace e della solidarietà, oggi rappresenta in Italia uno dei più importanti momenti di riflessione sul giornalismo d'inchiesta, grazie alla sua videoteca, ai  convegni e alle pubblicazioni.

 

sommario

Coperture di Stato
di Gianni Minà   

L’inchiesta che non si doveva fare    
di Roberto Scardova  

La strada dei misteri
di Francesco Cavalli, Alessandro Rocca, Luciano Scalettari   

La fabbrica delle menzogne    
di Mariangela Gritta Grainer  

Luciana e Giorgio Alpi: il lungo cammino verso la verità    
di Barbara Bastianelli e Francesco Cavalli   

Il nascondiglio del silenzio assordante
di Pasquale D’Alessio       

Bibliografia      

Gli autori

sfoglia alcune pagine

  • "Carte false"

    La voce on line, 30 maggio 2009, Federica Giordani

    Leggi articolo online

  • ""Ilaria come Moro e il caso Ustica. Fa ancora paura""

    Gazzetta di Mantova, 24 febbraio 2010, Igor Cipollina

    Scarica il file (.pdf, 329 KB)

  • "Nessuna verità su Ilaria Alpi"

    Gazzetta di Reggio, 16 febbraio 2010,

    Scarica il file (.pdf, 173 KB)

  • "Lo scaffale internazionale"

    il Mese di Parma, 11 febbraio 2010,

    Scarica il file (.pdf, 359 KB)

  • "Carte false"

    antimafiaduemila.com, 30 ottobre 2009,

    Leggi articolo online

  • "Ilaria Alpi e le carte false"

    Il Recensore, 14 settembre 2009, Stefano Giovinazzo

    Leggi articolo online

  • "Carte false"

    Lifegate.it, 29 luglio 2009, Stefano Carnazzi

    Leggi articolo online

  • "L'inchiesta colpisce ancora"

    Famiglia Cristiana, 19 luglio 2009, Luciano Scalettari

    Scarica il file (.pdf, 526 KB)

  • "Il frastuono copre gli spari"

    Narcomafie, 23 giugno 2009, Manuela Mareso

    Scarica il file (.pdf, 859 KB)

  • "XV edizione Premio Ilaria Alpi"

    Rai Tre - TG, 1 luglio 2009,

    Leggi articolo online

  • "VerdeNero Inchieste"

    Giornale della Libreria, 2 giugno 2009,

    Scarica il file (.pdf, 549 KB)

  • "Verdenero, libri inchiesta che riscrivono la storia"

    Terra, 9 giugno 2009, Simona Maggiorelli

    Scarica il file (.pdf, 205 KB)

  • "Ilaria Alpi"

    Il Risveglio popolare, 12 giugno 2009, Gabriella Bona

    Scarica il file (.pdf, 427 KB)

  • "L'Africa che non muore"

    Il Piccolo - Faenza, 19 giugno 2009,

    Scarica il file (.pdf, 238 KB)

  • "Appunti"

    L'indice dei libri del mese, 5 giugno 2009, Federico Novaro

    Scarica il file (.pdf, 105 KB)

  • "Chi ha ucciso Ilaria Alpi e Miran Hrovatin?"

    La Voce di Mantova, 27 febbraio 2010, Giulio Cisamolo

    Scarica il file (.pdf, 115 KB)

sugli stessi temi

L'Italia chiamò
La città delle nuvole
Navi a perdere
Teatro civile
L'Italia chiamò
La città delle nuvole
Seguici su:
FaceBook Twitter Youtube Googleplus