Saggistica

State of the World 2006

Rapporto sullo stato del pianeta - Focus Cina e India

condividi:
in collaborazione con:
uscita:
numero pagine: 362
ISBN: 8889014393
stato: disponibile
19,00 euro
contenuti

La presa di coscienza che la Cina, assieme all’India, sta rapidamente diventando una potenza planetaria, ha portato quest’anno i ricercatori del Worldwatch Institute a centrare lo State of the World su alcuni paesi anziché su questioni specifiche.

Mano a mano, Cina e India rivendicheranno inevitabilmente una quota delle risorse globali sempre più equa, arrivando a un volume di consumi mai verificatosi prima a livello mondiale. Secondo l‘analisi del Worldwatch, se i due paesi dovessero utilizzare tanto petrolio pro capite quanto ne utilizza il Giappone oggi, la loro richiesta supererebbe da sola l’attuale domanda globale. E se la loro domanda pro capite di biosfera dovesse eguagliare quella dell’Europa di oggi, ci vorrebbe un intero pianeta Terra solo per sostenere questi due paesi.

E visto che il fatto che nei prossimi anni si trovino un altro paio di pianeti a disposizione è un’ipotesi piuttosto remota, è evidente che l’attuale modello occidentale di sviluppo non è sostenibile. Ci troviamo di fronte a una scelta: ripensare quasi tutto, o rischiare di venire trascinati verso il basso in una spirale di competizione politica e collasso economico.

La serie di disastri naturali senza precedenti che si è abbattuta sul mondo nel corso del 2005 è stata una conferma del fatto che il mondo non è né stabile né sicuro, ancor prima che Cina e India aggiungano il loro contributo al fardello globale.

La sconvolgente capacità distruttiva di queste calamità “innaturali” – l’uragano Katrina ha fatto registrare perdite economiche senza precedenti – è dovuta anche alle attività umane, ma dallo Sri Lanka e da Aceh viene un’indicazione: l’azione umanitaria dopo una catastrofe può dare lo slancio necessario a comporre i contrasti e ritrovare la via per la pace.

Altri temi trattati: una panoramica su due settori in grande ascesa, quello della nanotecnologia e quello dei biocombustibili, una indagine su due minacce per la salute dell’uomo (il mercurio e gli allevamenti intensivi di animali) e una valutazione sulle possibilità di contribuire allo sviluppo sostenibile da parte del mondo della finanza e del commercio.

Il Worldwatch Institute viene considerato il più autorevole punto di osservazione dei trend ambientali del nostro pianeta. L’Istituto ha come obiettivo quello di favorire l’evoluzione verso una società ambientalmente sostenibile, nella quale si dia risposta ai bisogni umani senza minacciare l’ambiente naturale e le prospettive delle generazione future.

 

Erik Assadourian, Lori Brown, Alexander Carius, Richard Cincotta, Ken Conca, Geoffrey Dabelko, Christopher Flavin, Hilary French, Gary Gardner, Brian Halweil, Annika Kramer, Lisa Mastny, Danielle Nierenberg, Dennis Pirages, Thomas Prugh, Michel Renner, Janet Savin, Linda Starke, Aaron Wolf

sommario
La sfida della sostenibilità nella nuova mappa economica del pianeta
Gianfranco Bologna

Prefazione
Xie Zhenhua

Prefazione
Sunita Narain

Introduzione
Christopher Flavin

State of the World: un anno in rassegna
Lori Brown


Christopher Flavin and Gary Gardner
1. India e Cina sulla scena
Il nuovo ordine mondiale
Scegliere un futuro per l’energia
Uno sguardo al mercato mondiale dei cereali
La capacità ecologica: è sufficiente per tutti?
Fare delle scelte
Rimodellare l’Agenda globale

Danielle Nierenberg
2. Allevamenti migliori, pasti più sani, sicurezza di tutti
The Jungle rivisitata
La “catena di smontaggio”
Fame di distruzione
La diffusione delle malattie
Pasti più sani

Sandra Postel
3. Acqua dolce, tesoro da custodire
Valutare il danno
Bacini idrografici puliti per un’acqua potabile sicura
Sicurezza alimentare in un ecosistema sicuro
Ridurre i rischi, mantenere la capacità di recupero
Politica in materia d’acqua

Suzanne C. Hunt, Janet L. Sawin, Peter Stair
4. Presente e futuro dei biocombustibili
Dall’alambicco alla bioraffineria
Opportunità e rischi ambientali
Sostenibilità e vantaggi economici
Il futuro dei biocombustibili

Hope Shand e Kathy Jo Wetter
5. La scienza del piccolissimo: la sfida della nanotecnologia
Che cos’è la nanotecnologia?
I rischi potenziali delle nanoparticelle non sono nanoproblemi
Gli effetti della nanotecnologia sul Sud del mondo
Nanomonopolio
Nanobiotecnologia: un nuovo significato al concetto di vita
Il bisogno di dibattito e di supervisione

Linda Greer, Michael Bender, Peter Maxson e David Lennett
6. Il mercurio: un giramondo tossico
Il mercurio: volatile, tossico, onnipresente
Consumo ed emissioni di mercurio
Il mercato globale del mercurio
Ridurre il carico di mercurio nell’ambiente
Verso una strategia coordinata per il controllo del mercurio

Michael Renner e Zoë Chafe
7. I disastri naturali come occasioni di pace
Per una definizione delle catastrofi: naturali e “innaturali”
La connessione tra calamità e conflitti
Il sole e la tempesta
Aceh: rompere il blocco
Sri Lanka: né guerra né pace
Costruire la pace per gli uomini e per l’ambiente

Aaron Cosbey
8. Commercio e sviluppo sostenibile: un’alleanza possibile
Il contesto: i dibattiti sul commercio e sull’ambiente
Punti fondamentali di possibile conflitto
Altri temi scottanti
Sinergie tra ambiente e Wto
Commercio e sviluppo sostenibile
Oltre il Wto
I miglioramenti necessari

Jennifer L. Turner e Lü Zhi
9. La Cina verde avanza
Aprire spazi politici per le ONG ambientaliste
La società civile “verde” con caratteristiche cinesi
Arrivare più lontano
ONG organizzate dal governo
L’aiuto internazionale alle ONG ambientaliste
Spazi politici ancora limitati
Possibilità di crescita per la comunità delle ONG
I prossimi passi

Erik Assadourian
10. La scommessa delle “corporation etiche”
Le ragioni della responsabilità
Alcuni esempi all’avanguardia
Coinvolgere gli stakeholder
Giocare alla pari
Indirizzare l’influenza delle corporation

sugli stessi temi

State of the World 2009
State of the world 2008
State of the world 2007
Seguici su:
FaceBook Twitter Youtube Googleplus