Normativa

L'esportazione e l'importazione di rifiuti

Alla luce del regolamento n. 1013/2006/Ce e dei successivi regolamenti di attuazione

a cura di Ficco Paola
condividi:
disponibile anche come ebook
uscita: gennaio 2012
numero pagine: 122
stato: solo ebook
contenuti

Il volume, elaborato in collaborazione con la Direzione Ambiente e Gestione Rifiuti della Provincia di Firenze, è aggiornato con le ultime novità in materia a dicembre 2011. In esso è offerto un quadro completo delle procedure e degli strumenti per la gestione delle spedizioni transfrontaliere di rifiuti alla luce degli sviluppi normativi di livello comunitario e nazionale intervenuti nel corso degli ultimi due anni.

In particolare contiene il nuovo elenco delle miscele di rifiuti dell’allegato IIIA, ampliato da un recente regolamento comunitario, le disposizioni nazionali sulle spedizioni transfrontaliere introdotte dal Dlgs 205/2010, il quadro aggiornato delle procedure di esportazione dei rifiuti verso i paesi non Ocse.

L’integrazione della disciplina sulle spedizioni transfrontaliere con una serie di indicazioni pratiche e criteri interpretativi elaborati dalla Provincia di Firenze rivolti agli operatori della Pubblica amministrazione e agli organi di controllo impegnati in questa attività rende il volume assolutamente unico nel panorama editoriale italiano.

Seguono tre appendici: la prima contiene le Liste Verde e Ambra, completate attraverso la rielaborazione sinottica degli allegati della Convenzione di Basilea; la seconda propone il metodo per il calcolo della garanzia finanziaria richiesta per le spedizioni soggette all’obbligo di notifica; la terza richiama tutta la normativa di riferimento.

Il testo è completato da una vastissima serie di link puntuali alle norme e ai commenti presenti nell’Osservatorio di normativa ambientale di reteambiente.it, e mantiene quindi attualità e freschezza, grazie al costante aggiornamento alle modifiche legislative che via via intervengono.

Giurista ambientale, avvocato, giornalista pubblicista, docente universitario. Già componente del Comitato Ecolabel Ecoaudit Sezione Emas Italia, nonché esperto legislativo Ministero attività produttive, Ministero dell’ambiente e membro Albo gestori ambientali. Dal 1990 esperto de "Il Sole 24 Ore" per le tematiche ambientali e dal 1994 Direttore responsabile di "Rifiuti – Bollettino di informazione normativa". È responsabile del coordinamento delle attività legislative della Fondazione per lo Sviluppo sostenibile e autore di numerosissime pubblicazioni per Sole 24 Ore, Buffetti, Maggioli, Utet ed Edizioni Ambiente, per la quale è anche coordinatore dell’Area normativa e responsabile delle attività di Formazione permanente sui rifiuti.

l'autore

Questo FreeBook è stato realizzato in collaborazione con la Direzione Ambiente e Gestione Rifiuti della Provincia di Firenze.

 

Paola Ficco

sommario

1. Introduzione
1.1 Esclusioni
1.2 Le principali novità del regolamento (Ce) n. 1013/2006
1.3 I regolamenti attuativi

2. Definizioni
2.1 Definizioni
2.2 I soggetti coinvolti
2.3 Spedizione non conforme e spedizione illegale
2.3.1 Ripresa dei rifiuti in caso di spedizione non conforme
2.3.2 Ripresa dei rifiuti in caso di spedizione illegale

3. Gli elementi fondamentali delle spedizioni dei rifiuti
3.1 Contratto
3.2 Notifica
3.2.1 Documento di notifica
3.2.2 Documento di movimento
3.3 Garanzia finanziaria

4. Profili generali sulle spedizioni dei rifiuti
4.1 Le liste dei rifiuti
4.2 Miscele di rifiuti dell’allegato III A
4.3 Disposizioni comuni sulle spedizioni dei rifiuti

5. Le spedizioni di rifiuti all’interno della Comunità
5.1 Gli obblighi generali di informazione
5.1.1 Controlli sulle spedizioni di rifiuti della lista verde
5.2 Procedura di notifica per le spedizioni all'interno della Comunità
5.2.1 Dossier di notifica e primo esame da parte delle autorità competenti
5.2.2 Istruttoria della notifica e autorizzazione della spedizione
5.2.3 Obiezioni alla spedizione
Principi elaborati dalla Corte di Giustizia
Rifiuti destinati allo smaltimento

Applicazione per le autorità competenti italiane
Sul principio di vicinanza

Rifiuti destinati al recupero

5.2.4 Adempimenti previsti prima dell’effettuazione della spedizione
Controllo da parte dell’autorità di spedizione

5.2.5 Trasporto, ricevimento, recupero o smaltimento dei rifiuti – documenti probatori
Controllo da parte dell’autorità di spedizione

5.2.6 Transito attraverso Paesi terzi e accordi per le zone di confine
5.2.7 Disposizioni transitorie per alcuni Stati membri
5.2.8 Disaccordo in merito alla classificazione dei rifiuti e accordi per le zone di confine

6. Disposizioni dello Stato italiano sulle spedizioni dei rifiuti
6.1 Spedizioni di rifiuti dallo Stato della Città del Vaticano e dalla Repubblica di San Marino
6.2 Autorità competenti in territorio italiano
6.3 Specifiche disposizioni sul trasporto e l’importazione di rifiuti in Italia
6.4 Garanzie finanziarie in Italia
6.5 Il formulario di identificazione
6.6 Registro di carico e scarico dei rifiuti
6.7 La fase del trasporto: regime autorizzatorio

7. Le esportazioni di rifiuti dalla Comunità
7.1 Divieti e esportazioni ammesse
7.1.1 Destinazione allo smaltimento
7.1.2 Destinazione al recupero
7.2 Le procedure per l’esportazione di rifiuti dalla comunità
7.2.1 Esportazione di rifiuti destinati a smaltimento
Informazione e controllo tra autorità competente e uffici doganali

7.2.2 Esportazione di rifiuti destinati a recupero
Esportazione di rifiuti destinati a recupero in Paesi non Ocse

Ulteriori procedure per l’esportazione di rifiuti avviati al recupero nella Repubblica popolare cinese
Esportazione di rifiuti destinati a recupero in Paesi Ocse

Lista verde e allegati III A e III B
Lista ambra e allegato IV A

Informazione e controllo tra autorità competente e uffici doganali
Particolarità previste nel caso di transito in un paese non Ocse

8. Le importazioni di rifiuti nella Comunità
8.1 Divieti e importazioni ammesse
8.2 Le procedure per l’importazione di rifiuti nella comunità
8.2.1 Importazione di rifiuti destinati allo smaltimento
Informazione e controllo tra autorità competente e uffici doganali

8.2.2 Importazione di rifiuti destinati al recupero provenienti o transitanti da paesi Ocse
Informazione e controllo tra autorità competente e uffici doganali

8.2.3 Importazione di rifiuti destinati al recupero provenienti da paesi non Ocse aderenti alla convenzione di Basilea
8.2.4 Importazioni da territori d’oltremare

9. Transito nel territorio della Comunità di spedizioni provenienti e destinati a paesi terzi
9.1 Destinazione allo smaltimento
9.2 Destinazione al recupero

Appendice 1
Liste dei rifiuti

Appendice 2
Calcolo della garanzia finanziaria

Appendice 3
Riferimenti normativi

Seguici su:
FaceBook Twitter Youtube Googleplus