Mercanti di dubbi Il mondo dopo il PIL Piccolo manuale di resistenza contemporanea Atlante zuppa plastica Stahel Il clima è già cambiato Material Matters
News
Il tassello fondamentale della nuova rivoluzione industriale

di Diego Tavazzi
È disponibile nelle librerie Che cosa è la bioeconomia, il nuovo libro di Mario Bonaccorso con Irene Baños Ruiz. Il libro, dopo una ricostruzione della genesi del concetto di bioeconomia, esamina gli scenari presenti e futuri, nel nostro paese e sullo scacchiere internazionale, di quella che si candida a essere uno dei componenti essenziali della prossima Rivoluzione industriale. Abbiamo chiesto a Mario Bonaccorso di approfondire alcuni dei temi del libro. ... Leggi >>

Italia in pole position nella lotta alla plastica monouso e al marine litter

a cura di Paola Fraschini
I rifiuti dispersi in mare e sulle coste, in particolare plastici, sono un tema globale, al pari dei cambiamenti climatici. ... Leggi >>

Economia circolare per tutti

di Arianna Campanile
“Riutilizza a livello locale ciò che non è rotto, e ripara ciò che è rotto; non ricondizionare ciò che può essere riparato; non riciclare ciò che può essere ricondizionato.” Se con economia circolare ci si riferisce a tutte le attività volte a estendere il ciclo di vita dei beni – riutilizzo, riparazione, remanufacturing e upgrade tecnologico – allora questa è sempre esistita, accompagnando l’uomo fin dall’antichità. ... Leggi >>

Editoriale
Visioni & allucinazioni

di Marco Moro

“… Una ricerca di base eccellente, capacità di fare scale-up tecnologico, grandi imprese innovative che hanno intrapreso la strada di una vera e propria conversione (…), governi nazionali e locali con visione, strategia, piano d’azione e fondi, indispensabili perché senza soldi da investire una visione è destinata a diventare allucinazione.”  Mario Bonaccorso, autore con Irene Baños Ruiz di Che cos’è la bioeconomia, elenca queste condizioni come basilari per lo sviluppo della bioeconomia. Requisiti che, è chiaro, non sono essenziali solo alla bioeconomia, ma a ogni ipotesi di transizione verso un modello di sviluppo sostenibile.
Tra questi fattori ce n’è uno che può apparire più astratto degli altri, ma il cui ruolo è invece fondamentale: la visione, ovvero ciò che dovrebbe dare senso e coerenza a ogni singola azione. E se c’è oggi un soggetto che sembra agire in assenza di una visione riconoscibile e coerente, questa è l’Unione europea...


Leggi >>
Novità
Piccolo manuale di resistenza contemporanea
Katy-Kat
Atlante mondiale della zuppa di plastica
Un Green New Deal per l'Europa
Economia circolare per tutti
Che cosa è la bioeconomia
Il clima è (già) cambiato
Material Matters
Il Capitale Naturale in Italia
Rifiuti Editoriale
Tutela ambientale: per operare nel presente occorre la sintesi tra passato e futuro
di Paola Ficco
Mentre l'Italia annaspa con l'End of Waste, vittima di una macchina burocratica dove l'eccezione di poche luci conferma la regola del buio primordiale, l'Europa guarda all'economia circolare e all'End of waste come ad un nuovissimo strumento per superare il pericoloso guado dei problemi economici dell'inizio di questo nuovo secolo. Leggi >>
Reteambiente
Gestione ambientale nelle città, pubblicato il dossier 2019
Stilata da Legambiente e Ambiente Italia la classifica che tiene conto delle prestazioni ambientali nelle città italiane valutando la capacità di risposta ai fattori di pressione. Leggi >>
Nextville
Veicoli elettrici: entro il 2025 oltre 1 milione di stazioni di ricarica nelle aziende
Le stazioni di ricarica per veicoli elettrici dedicate ai lavoratori di Europa e Stati Uniti potrebbero superare le 500.000 unità nel 2022 e raggiungere oltre 1,25 milioni nel 2025.
Leggi >>
Nextville
Il bonus facciate vanifica l'ecobonus: il grido di allarme di associazioni e imprese
Anche Legambiente, Renovate Italy, Kyoto Club, Gbc e Anit si associano alla denuncia già fatta da Rete Irene qualche settimana fa: il bonus facciate affossa gli investimenti di efficienza energetica e prevenzione sismica. Leggi >>
Novità
Atlante mondiale della zuppa di plastica
Illustrato a colori e arricchito da una serie di fotografie realmente straordinarie, l’Atlante mondiale della zuppa di plastica racconta la contaminazione da microplastiche, il più grave problema ambientale con cui abbiamo mai dovuto confrontarci.
Da oltre settant’anni, le materie plastiche hanno infatti un ruolo fondamentale nelle nostre vite. Purtroppo, quelle stesse qualità che le rendono così preziose per le nostre economie – le plastiche durano a lungo, sono estremamente versatili e costano pochissimo – si stanno rivelando disastrose per gli ecosistemi. La contaminazione da plastiche è ormai ubiqua, e oltre a fiumi, laghi e mari riguarda anche i suoli e persino l’aria: respiriamo, beviamo e mangiamo plastica, con impatti pesanti sulla salute e sul funzionamento degli ecosistemi. Leggi >>
Novità
Material Matters
Quanto durerà lo smartphone che abbiamo in tasca oggi? Due, tre anni? Ci penseranno comunque un aggiornamento software o la forza di persuasione del marketing a farlo fuori. Ma quanto potrebbero durare, invece, i materiali e le componenti con cui è realizzato? È chiaro che abbiamo un problema con le materie, anche perché di questo “trionfo del temporaneo” sono le conseguenze a essere permanenti. Secondo Thomas Rau e Sabine Oberhuber possiamo riuscire a tutelare i “diritti dei materiali”, come quello di non essere sprecati. Leggi >>
Seguici su:
FaceBook Twitter Youtube Linkedin
IdeeGreen - Ambiente e Sostenibilità