100 Green jobs Mercanti di dubbi Il mondo dopo il PIL Piccolo manuale di resistenza contemporanea Atlante zuppa plastica Stahel Material Matters
News
Avidità, ideologia, ambizione personale, altro che scienza...

di Diego Tavazzi
Pubblicato per la prima volta nel 2010, Mercanti di dubbi è diventato subito uno dei testi di riferimento per chi si occupa di cambiamenti climatici... ... Leggi >>

Addio globalizzazione, è l’ora della performance economy

Intervista a Walter Stahel, a cura di Paola Fraschini
Negli anni Settanta, Walter Stahel fu il primo a immaginare un’economia a cicli chiusi... ... Leggi >>

100 idee per un lavoro verde e sicuro

Intervista a Tessa Gelisio e Marco Gisotti di Maria Antonietta Giffoni
La green economy offre sempre maggiori opportunità di lavoro... ... Leggi >>

C'è un mondo dopo il Pil

di Diego Tavazzi
All’inizio del libro, Fioramonti racconta la storia di Nauru, lo stato più piccolo della Micronesia... ... Leggi >>

Storie e strategie per trasformare il mondo

di Arianna Campanile
“Il clima nel 2049, se continuiamo sulla traiettoria attuale, sarà decisamente un film dell’orrore” sostiene Cyril Dion... ... Leggi >>

Editoriale
Architetture invisibili
di Marco Moro

“Il racconto è come l’acqua in cui nuotano i pesci o l’aria che respiriamo: non lo vediamo più ma è onnipresente. Ci circonda, influenza la nostra visione del mondo, e di conseguenza le nostre scelte.” Così Cyril Dion descrive in Piccolo manuale di resistenza contemporanea (60.000 copie vendute in Francia in pochi mesi) il potere che deriva dalla nostra unica capacità di costruire narrazioni. Il racconto, prosegue Dion, si traduce poi in “architetture invisibili” che guidano la gran parte dei nostri comportamenti quotidiani.
Questo “quotidiano” non va banalizzato. Le architetture che Dion descrive sono gli architravi del nostro modello sociale, veri fondamenti della nostra cultura, da cui evidentemente abbiamo enormi difficoltà a staccarci. Eppure, riconoscere le storie in cui siamo immersi e i loro limiti è oggi un passaggio necessario, fondamentale. Una delle “storie” più difficili da sradicare è infatti quella secondo cui il Pil, il Prodotto interno lordo, è la misura unica ed efficacissima del benessere di un’economia.
Leggi >>
Novità
Mercanti di dubbi
Il mondo dopo il Pil
100 Green Jobs per trovare lavoro
Il clima è (già) cambiato
Piccolo manuale di resistenza contemporanea
Katy-Kat
Atlante mondiale della zuppa di plastica
Economia circolare per tutti
Rifiuti Editoriale
Tutela ambientale: per operare nel presente occorre la sintesi tra passato e futuro
di Paola Ficco
Mentre l'Italia annaspa con l'End of Waste, vittima di una macchina burocratica dove l'eccezione di poche luci conferma la regola del buio primordiale, l'Europa guarda all'economia circolare e all'End of waste come ad un nuovissimo strumento per superare il pericoloso guado dei problemi economici dell'inizio di questo nuovo secolo. Leggi >>
Reteambiente
Gestione ambientale nelle città, pubblicato il dossier 2019
Stilata da Legambiente e Ambiente Italia la classifica che tiene conto delle prestazioni ambientali nelle città italiane valutando la capacità di risposta ai fattori di pressione. Leggi >>
Nextville
Biomasse legnose, un potenziale ancora tutto da sfruttare
Il nuovo dossier su "Energia dalle biomasse legnose", pubblicato da RSE, si concentra su una fonte da sempre al centro del dibattito sia per quanto riguarda il potenziale energetico sia per gli aspetti legati alla sostenibilità ambientale. Leggi >>
Nextville
PA, bando CONSIP da 400 miliioni per efficienza e rinnovabili
È stato pubblicato il primo bando CONSIP in ambito energetico dedicato alla fornitura e installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili e sistemi per l’efficienza energetica negli edifici della Pubblica Amministrazione. Leggi >>
Novità
Mercanti di dubbi
La comunità scientifica è ormai unanime sull’origine antropica del riscaldamento globale, e la maggioranza dell’opinione pubblica chiede di intervenire per contrastarne gli effetti. La politica, però, è ancora titubante, e molti media lasciano spazio a ciarlatani. Perché? Secondo gli autori di Mercanti di dubbi, questa situazione è il risultato di decenni di disinformazione sulle tematiche ambientali e sui loro impatti sulla salute umana. Oreskes e Conway ricostruiscono la storia dei mercanti di dubbi a partire dagli anni Cinquanta del secolo scorso. In quel periodo, un gruppo di fisici, che erano stati al vertice dell’apparato militare statunitense, misero la propria autorevolezza a disposizione dell’industria del tabacco per aiutarla a fronteggiare le accuse sulla pericolosità del fumo. Leggi >>
Novità
Il mondo dopo il Pil
 Basato su un approccio multisciplinare che attinge alle ultime scoperte dell’economia ecologica ed evoluzionistica, oltre che delle scienze della complessità e della sociobiologia, Il mondo dopo il Pil  comincia raccontando la storia di questo indicatore, che da più di settant’anni definisce e orienta le scelte di tutti gli attori dell’economia globale. A causa però dell’intensificarsi delle manifestazioni del riscaldamento globale e dell’aggravarsi della crisi economico-finaziaria, le critiche rivolte a questo sistema di misura sono diventate sempre più forti. Il Pil non considera infatti le esternalità ambientali, restituendo così una visione distorta del progresso delle nazioni e delle attività delle aziende. Leggi >>
Seguici su:
FaceBook Twitter Youtube Linkedin
IdeeGreen - Ambiente e Sostenibilità